Haul Low Cost

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

oggi vi mostro un po’ di prodotti che ho comprato ad un prezzo bassissimo e vi do anche una prima impressione con la quale vi spiego solamente perché ho deciso di comprare questi piuttosto che altri, poi, più avanti, vi farò una recensione dettagliata!

Prodotti occhi

img_20170226_082040img_20170226_082108

Le due cialde rotonde sono della essence: quella color beige è della linea the velvet ed è quindi matte, mentre l’altra è della linea permanente ed è shimmer.

Il primo colore (03, smooth caramel) è molto setoso e burroso, con una bella scrivenza e di facile sfumabilità. Il secondo (03, rosie flamingo) è un colore molto particolare, quasi cangiante che va dal bianco al rosa lavanda, a seconda di come viene colpito dalla luce.

Le due cialde rettangolari, invece, sono firmate catrice e sono della linea absolute eye colour e liquid metal, il rosa shimmer fa parte della prima collezione ed è il colore 780, My name is P’Earl, l’oro invece appartiene alla seconda ed è nella colorazione 120, Satina Van Der Woodsen. Entrambi, se bagnati con della semplice acqua, risultano ancora più intensi.

Ho provato ad usare Rosie flamingo e My name is P’Earl come illuminanti viso e non sono niente male, specialmente il primo perché aggiunge questo tocco particolare di highlighter duo-chrome.

img_20170226_082409

Dato che era da un bel po’ che stavo cercando degli ombretti matte in delle colorazioni vivaci e lontane da quelle neutre che già possiedo, mi ero messa a ricercarli ma non avevo trovato nient’altro che prodotti di bassissima qualità caratterizzati da un pessimo rilascio colore finché, per caso, non ho intravisto queste due palettine di una marca a me sconosciuta, le ho swatchate e… è stato subito amore!

img_20170226_082623img_20170226_082855

Proposte dalla marca My secret, queste due palette, nelle colorazioni Revolt against the nude (a sinistra) e Hyper energetic (sulla destra) hanno una pigmentazione assurda. Bisogna lavorarli con un po’ di pazienza ma penso che sia normale dato che sono ombretti matte, dai colori così intensi e pigmentati. Non mi hanno creato problemi di fall out se non per l’arancione della palette Revolt against the nude che però è anche quello dalla scrivenza migliore fra tutti.

img_20170226_082750

Revolt against the nude

img_20170226_083127

Hyper energetic

Appena uscita dal negozio sono andata subito a casa e ci ho giocato un po’: devo ammettere che sull’occhio sono bellissimi e non creano problemi a livelli di sfumatura se si applica del colore poco alla volta. Veramente ottimi!

Prodotti viso

img_20170226_083330

Ho ricomprato il mio amatissimo correttore stay all day della essence di cui vi ho parlato in ogni post, letteralmente, quindi neanche mi ci soffermerò troppo: vi basti sapere che è molto buono e torno sempre a ricomprarlo. La mia colorazione è la 10 natural beige.

Ho notato che hanno cambiato la confezione ma spero che non abbiano fatto modifiche nella formulazione!

Ero alla ricerca di un primer che non mi costasse una fortuna ed ho provato quello della wet ‘n wild, il coverall primer base de teint, e sono rimasta entusiasta di come aveva lasciato la pelle della mia mano: pelle liscia, compatta, senza più traccia di pori e di pieghette!

La texture è abbastanza liquida e quindi con poco prodotto si riesce a coprire un’ampia parte del viso.

img_20170226_083346

Vi lascio uno swatch del prodotto sfumato ed assorbito dalla mia pelle della mano che è anche molto secca, come si può ben vedere dalla foto superiore, e spero che si noti la differenza senza e con questo primer!

img_20170226_083446_ink_li

la parte dove ho applicato il primer è quella all’interno di quella meravigliosa cornice ovale azzurra! Guardate la differenza fra quella zona e il resto della mano!

Ho poi acquistato una cipria in polvere libera di cui so dirvi ben poco se non che, quando l’ho provata in negozio, sembrava molto setosa e leggera. Ve ne parlerò meglio, in un post dedicato!

Prodotto labbra

Dato che avevo provato un soft matte lip cream ma ne ero rimasta totalmente delusa, ho deciso di dare una chance ai tanto discussi lip lingerie, acquistandone uno nella colorazione Lipli, 17, che mi ricorda molto il color cannella.

img_20170226_080458

img_20170226_080558

Di questo vi farò una recensione a parte mi vi dico solamente che lo amo!

Per tutti questi prodotti non ho speso nemmeno 20 euro … ecco perché amo la Polonia!

Ditemi se c’è qualche prodotto che vi incuriosisce e se volete leggere una recensione in particolare; oppure, se avete provato uno di quelli che ho acquistato, fatemi sapere come vi ci siete trovati. Voi avete fatto acquisti, recentemente? Se si, cosa avete comprato?

 Fatemelo sapere nei commenti e, se volete, seguitemi sui miei social:

instagram: https://instagram.com/jumpintothebeauty

google+ : https://plus.google.com

pinterest: noemjitb

influenster: noemi c

bloglovin’: jump into the beauty

inoltre, vi ricordo che se volete scoprire dei dupe per quel prodotto che tanto volete comprare ma siete frenate dal prezzo, cliccate qui e sarete reindirizzati alla categoria “i copioni del make up” (se volete che io scovi alcuni copioni di un prodotto specifico, suggeritemelo pure nei commenti!)

e, per coloro che si avvicinano al make up o, semplicemente, per tutti quelli interessati a scoprire un po’ di tecnica dietro la realizzazione di un trucco, questo è il link per la rubrica “the ultimate guide to make up”

vi aspetto su tutti i miei social, altrimenti, ci vediamo sempre qui con il prossimo  articolo;                 FontCandy

Fluid velvet mat lipstick Deborah Milano Review

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

oggi vi recensisco delle tinte labbra di deborah, le fluid velvet mat nelle colorazioni 08 e 09.

img_20170209_170638

INFORMAZIONI DI ROUTINE

• Fluid Velvet Mat Lipstick, un rossetto liquido dal finish opaco che veste le labbra di colori puri ed intensi, per un finish elegante e sofisticato.
• Questo nuovo rossetto fluido, dalla texture estremamente confortevole e sensoriale, disegna le labbra con precisione estrema.
• Fluid Velvet Mat Lipstick rilascia un film estremamente sottile che si asciuga in tempi rapidissimi, assicurando un impatto colore immediato ed una sensazione di leggerezza estrema ed elevato comfort sulle labbra.

• 9 colorazioni presenti sul mercato

• Senza Parabeni. Ipoallergenico

CONSIDERAZIONI PERSONALI

Applicazione, aspetto, durata

 

• Il colore 08 è un rosa che dallo swatch sembra malva ma sulle mie labbra è quasi un baby pink, mentre il numero 09 è un colore molto particolare, un borgogna con una punta di marrone che quando si secca tira fuori dell’oro. (penso che riusciate a vederlo dalla prima foto, al centro del labbro inferiore c’è dell’oro)

• la texture è veramente leggera che non si sente sulle labbra

• come potete vedere però, non importa quanto le vostre labbra siano idratate, le linee tipiche che tutti abbiamo vengono messe in risalto ma penso che sia un contro dovuto alla texture leggera ed impalpabile che quindi non fa strato ed aderisce perfettamente alle labbra.

• si stendono in maniera uniforme entrambi i colori

• quando mangiate non vengono via, nonostante questo però, se mangiate cose oleose cominciano ad andarsene al centro

• non seccano le labbra, anche stratificandole

• non rimangono appiccicose e si asciugano nel giro di un minuto

• il pennellino permette di ridisegnare il contorno senza molte difficoltà, anche se tendete, come me, a strabordare per far sembrare le labbra più grandi

• se non mangiate prodotti oleosi, queste tinte durano anche 12 ore senza nessun problema

CONSIDERAZIONI FINALI

Mi piacciono molto, devo dire che mi hanno sorpresa e non poco, veramente di qualità!

Voi le avete provate? Vi sono piaciute? Fatemelo sapere nei commenti e, se volete, seguitemi sui miei social:

instagram: https://instagram.com/jumpintothebeauty/ ( è il social che più uso: carico giornalmente foto di trucchi e make up! )

google+ : https://plus.google.com

pinterest: noemjitb

influenster: noemi c

bloglovin’: jump into the beauty

inoltre, vi ricordo che se volete scoprire dei dupe per quel prodotto che tanto volete comprare ma siete frenate dal prezzo, cliccate qui e sarete reindirizzati alla categoria “i copioni del make up” (se volete che io scovi alcuni copioni di un prodotto specifico, suggeritemelo pure nei commenti!)

e, per coloro che si avvicinano al make up o, semplicemente, per tutti quelli interessati a scoprire un po’ di tecnica dietro la realizzazione di un trucco, questo è il link per la rubrica “the ultimate guide to make up”

vi aspetto su tutti i miei social, altrimenti, ci vediamo sempre qui con il prossimo  articolo;                 FontCandy

 

Sweet Peach Palette, Too Faced Review

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

oggi vi parlo di una palette molto chiacchierata: la versione dietetica della chocolate bar, la sweet peach della too faced.

img_20170129_143231

INFORMAZIONI DI ROUTINE

• 18 tonalità di rosa, corallo, bronzo pesca e tocchi porpora che ti doneranno l’aspetto fresco dell’estate per tutto l’anno

• polveri dal profumo di pesca arricchite dagli antiossidanti dallo stesso frutto

• 17.1 grammi di prodotto per 45,00€

• scadenza di 12 mesi

• contiene la guida di ispirazione per ricreare tre look

• se volete leggere la lista completa degli ingredienti, vi rimando qui alla pagina ufficiale di too faced

CONSIDERAZIONI PERSONALI

Applicazione, aspetto, durata

img_20170129_143247

la palette presenta un bel mix di shimmer ed opachi. specialmente, questi ultimi sono delle tonalità di transizione che rendono possibile ricreare qualsiasi look senza bisogno di utilizzare più palette

i colori sono estremamente pigmentati e cremosi, tuttavia per questa loro alta burrosità tendono come a sgretolarsi quando si fanno gli swatch; ciò non influisce assolutamente sulla loro applicazione o performance

durano tutto il giorno anche senza primer. io ho applicato luscious, nectar, white peach e puree (il terzo marrone, nella fila più bassa) alle quattro di mattina per andare a lavoro, ho lavorato, sono poi uscita, andata a cena fuori, ritornata all’aeroporto, ho volato fino a Londra, speso la notte in aeroporto, preso un altro aereo ed ho sentito il bisogno di ritoccare il trucco solamente alle 14 del giorno dopo… facendo un calcolo, questi ombretti sono durati in maniera eccellente ben 34 ore, senza l’aiuto di una base sulla palpebra.

nonostante la loro scrivenza, è veramente facile sfumarli

il profumo di pesca vi solleticherà il naso ogni volta che aprirete la palette!

img_20170129_143511img_20170129_143853

CONSIDERAZIONI FINALI

Adoro questa palette, da quando l’ho acquistata sto utilizzando solo lei e non trovo nemmeno un difetto quindi non posso far altro che consigliarvela! Inoltre, credo che il prezzo che si paga, valga la qualità del prodotto che si acquista, il che non è sempre scontato.

voi l’avete provata? vorreste acquistarla? Fatemelo sapere nei commenti e, se volete, seguitemi sui miei social:

instagram: https://instagram.com/jumpintothebeauty/ ( è il social che più uso: carico giornalmente foto di trucchi e make up! )

google+ : https://plus.google.com

pinterest: noemjitb

influenster: noemi c

bloglovin’: jump into the beauty

inoltre, vi ricordo che se volete scoprire dei dupe per quel prodotto che tanto volete comprare ma siete frenate dal prezzo, cliccate qui e sarete reindirizzati alla categoria “i copioni del make up” (se volete che io scovi alcuni copioni di un prodotto specifico, suggeritemelo pure nei commenti!)

e, per coloro che si avvicinano al make up o, semplicemente, per tutti quelli interessati a scoprire un po’ di tecnica dietro la realizzazione di un trucco, questo è il link per la rubrica “the ultimate guide to make up”

vi aspetto su tutti i miei social, altrimenti, ci vediamo sempre qui con il prossimo  articolo;                 FontCandy           

Preferiti del 2017: Base viso

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

inizio questo post augurandovi un 2017 pieno di gioia e amore e, parlando d’amore, oggi vi mostrerò i miei preferiti dell’anno per la base viso; quei prodotti che ho utilizzato giornalmente, di cui mi sono innamorata durante il corso del 2016.

Correttori

img_20170101_132645

Manhattan, Wake up concelear: per definire questo correttore mi viene in mente una sola parola: oleoso. Lo so, sembra una cosa negativa ma, invece, questa sua caratteristica lo rende idratante senza però influenzare sulla durata o il “fissaggio” del prodotto. La coprenza è medio-alta.

NYX, HD concelear: tra i tre questo è il correttore più coprente, tuttavia rimane naturale e non si infila nelle pieghette. L’ho provato in diverse colorazioni dato che l’ho utilizzato da aprile ad ottobre, periodo in cui mi ero abbronzata per poi impallidire di nuovo, e non vi è nessun cambio di qualità cambiando tonalità! (La colorazione che vedete nello swatch è quella che utilizzavo durante luglio-agosto)

Essence, Stay all day concelear: questo correttore è storico sul mio blog: lo uso da sempre, continuo a ricomprarlo e mi ci trovo benissimo. E’ leggero, luminoso, non fa strato anche se abbondate durante la stesura. L’unica pecca è che, nonostante sia così leggero, spesso va nelle pieghette ma se lo fissate subito il problema non si presenta.

img_20170101_132704

Fondotinta

Manhattan, Fresher skin foundation: io non utilizzo mai i fondotinta perchè di solito la mia pelle è quasi perfetta e non mi va di appesantirla ulteriormente; tuttavia, data la mia pessima alimentazione da quando mi sono trasferita, sto avendo moltissimi brufoli e cicatrici di quest’ultimi che sento la necessità di coprire quando realizzo un trucco intenso sugli occhi. Comprai questo fondo per caso, perchè avevano solamente quello nel negozio vicino il mio hotel, in Germania, e, sinceramente, pensavo fosse pessimo, ma mi sbagliavo. Ha una coprenza media ma, con due applicazioni, diventa totale pur restando naturale sul viso. L’effetto è matte ma luminoso, si secca e non rimane appiccicoso; inoltre, con il passare del tempo non si deposita sulle zone più secche o “rovinate” del viso, andando ad evidenziarle.

Ciprie

 

Maybelline, Fit me powder: nonostante non sia una polvere estremamente burrosa, è ottima per fissare il correttore ed i punti lucidi del viso. Io la utilizzo anche per fare il baking, sotto gli zigomi. Non secca la pelle ed aiuta a mantenere il trucco dove lo si è applicato.

NYX, highlighter powder in cream: a differenza dell’altra, questa è setosa e morbidissima sulla pelle. Ha un sottotono giallo che è perfetto per andare ad illuminare ed apportare un’ulteriore correzione al contorno occhi, senza evidenziare la pelle secca o infilarsi nelle pieghette.

Bronzer

img_20170101_134514img_20170101_134539

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Freedom, Bronzer: è stata questa la terra più utilizzata dell’anno. Penso di averla comprata ad inizio 2016 e non ho mai smesso di usarla dato che è ottima. Il colore è un marrone neutro perfetto per la mia pelle chiara, di una sfumabilità altissima ed una durata ottima. E’ una polvere estremamente setosa, come si può ben vedere dallo swatch, che si applica senza creare macchie.

img_20170101_132140img_20170101_132222img_20170101_132242

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Zoeva, Rose gold blush palette: in questa palette c’è uno dei migliori bronzer per il contouring, di sempre. Infatti, se avete la pelle chiara, questa colorazione sarà perfetta per definire gli zigomi in quanto è una tonalità molto fredda ma dalla texture così leggera ed impalpabile, quasi sheer, che creerà delle vere e proprie ombre, come se non aveste applicato nulla ed aveste gli zigomi naturalmente scolpiti. La polvere è molto pressata e quindi il rilascio del prodotto è poco e questo fa sì che non se ne applichi troppo, garantendo quindi un effetto naturale. E’ veramente una terra ottima.

Illuminanti

img_20170101_132016img_20170101_132048

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Make up revolution, Ultra sculpt & contour kit in ultra fair C01: l’illuminante contenuto in questa palette è uno dei più belli che io abbia mai posseduto. Estremamente luminoso e brillante, assolutamente non glitterato. Si fonde con la pelle donando un glow intenso e duraturo. Inoltre, io lo sto applicando con una simil beauty blender su cui spruzzo dell’olio di cocco, in questo modo si ottiene un effetto bagnato meraviglioso… una combo perfetta, non avrei potuto pensare ad altro di migliore! Inoltre, in questa palette c’è anche un blush luminoso, che a me ricorda vagamente Orgasm di Nars,facilmente sfumabile, duraturo e setoso, ed una terra che però, per i miei gusti, è troppo aranciata per fare contouring. In ogni caso, anche questa è burrosa e si sfuma senza problemi, anche se ha molto fall out. Nonostante questo, è una palette ottima sopratutto per il prezzo estremamente basso.

img_20170101_132337

Zoeva, Rose gold blush palette: in questa palette ci sono anche due illuminanti che mi hanno accompagnato per tutta l’estate ma che ora sono troppo scuri per il mio pallidume. Ce ne sono due: uno dal sottotono dorato e l’altro rosato; di solito, mixavo entrambe le due tonalità per ottenere un tono quanto più neutro possibile ed il risultato era estremamente glowy. Ora continuo ad utilizzare quello rosato come blush e devo ammettere che è ottimo: da un effetto sano e radioso.

Questi sono i miei prodotti preferiti dell’ anno appena conclusosi; nei prossimi giorni vi parlerò anche della categoria labbra e sto pensando se fare un articolo dedicato anche agli occhi, ditemi se vi interesserebbe. 

E voi, avete avuto dei prodotti preferiti, quest’anno? ce n’è qualcuno che devo assolutamente provare? 

Fatemelo sapere nei commenti e, se volete, seguitemi sui miei social:

instagram: https://instagram.com/jumpintothebeauty/

google+ : https://plus.google.com

pinterest: noemjitb

influenster: noemi c

bloglovin’: jump into the beauty

inoltre, vi ricordo che se volete scoprire dei dupe per quel prodotto che tanto desiderate comprare ma siete frenate dal prezzo, cliccate qui e sarete reindirizzati alla categoria “i copioni del make up” (se volete che io scovi alcuni copioni di un prodotto specifico, suggeritemelo pure nei commenti!)

e, per coloro che si avvicinano al make up o, semplicemente, per tutti quelli interessati a scoprire un po’ di tecnica dietro la realizzazione di un trucco, questo è il link per la rubrica “the ultimate guide to make up”

vi aspetto su tutti i miei social, altrimenti, ci vediamo sempre qui con il prossimo  articolo;                 FontCandy

 

 

 

 

 

 

-10°? Beauty hacks to survive

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

Se avete letto il post precedente saprete che mi sono trasferita in Polonia e qui le temperature non sono proprio delle più calde, come potrete immaginare. Portatrice sana di pelle secca, questo clima sta peggiorando la condizione della mia pelle e, complici anche il cambio di pressione e di umidità nella cabina dell’aereo, sto avendo dei problemi a mantenerla elastica ed idratata.

Mi hanno riportato che anche nel Bel Paese della pizza e del parmigiano faccia abbastanza freddo quindi ho pensato di fare questo post con i miei consigli su come sopravvivere a questo inverno, prendendoci cura della nostra pelle.

VISO:

• Scrub

Per eliminare gli strati di epidermide secchi è bene esfoliare il viso una volta a settimana. Di solito io creo il mio scrub con sale grosso, sale fino ed olio di cocco e lo utilizzo con movimenti circolari su tutta la faccia, in maniera delicata in quanto sono già presenti due tipi diversi di granuli che andranno a pulire la pelle senza bisogno di applicare una pressione troppo forte. Il sale renderà la pelle liscia e morbida e l’olio apporterà la giusta quantità di idratazione e nutrizione.

sale-marino-massaggio-purificante-03

• Nutrire

Dopo aver esfoliato la pelle, è bene idratarla. Utilizzate una buona crema con ingredienti naturali e, se la situazione è veramente critica ( come nel mio caso ), aggiungete anche tre – quattro gocce di olio naturale. Mixate bene il tutto e poi applicatela sul viso prima di andare a dormire.

Di seguito vi lascio l’elenco degli oli migliori per una pelle secca:

  • Olio di argan
  • Olio di avocado
  • Olio di canapa
  • Olio di cocco
  • Olio di mandorle dolci
  • Olio di nocciola
  • Olio di sesamo
  • Olio di ricino

Se avete bisogno di nutrizione extra e protezione anche durante il giorno, io vi consiglio di applicare un’olio prima del trucco, invece della crema: non solo creerà una base lucente che farà sembrare la pelle estremamente sana e luminosa una volta applicato il fondotinta, ma sarà anche un ottimo scudo contro il vento e gli sbalzi di temperatura.

Se avete una pelle tendenzialmente grassa per cui utilizzare un olio vi spaventa, potete utilizzarne uno secco che apporterà nutrizione ma non rimarrà pesante sul viso, altrimenti provatene uno da questa lista:

  • Olio di jojoba
  • Olio di salvia sclarea
  • Olio di vinaccioli
  • Olio di albicocca

388322-995x663

• Idratare

L’idratazione può perdersi durante il giorno, è quindi buona abitudine portarsi dietro un’acqua idratante o anche un setting spray che renda il vostro trucco dewy, in quanto quest’ultimo di solito contiene delle particelle idratanti che eviteranno che la pelle si secchi, aiutandovi quando avete il trucco e non potete applicare una crema.

Ricorda:

L’idratazione arriva soprattutto da dentro, conviene quindi mangiare cibi ricchi di acqua e questi sono i migliori per una pelle elastica e sana:

  • Cetriolo ( 96% di acqua )
  • Lattuga ( 95% di acqua )
  • Sedano ( 95% di acqua )
  • Fiori di zucca ( 94% di acqua )
  • Pomodoro ( 94% di acqua )
  • Melone invernale ( 94% di acqua )
  • Arancia ( 88% di acqua )
  • Mela ( 86% di acqua )

Inoltre, tenete a mente che ci sono fattori che causano la secchezza della pelle, quali: il caffè ( preferite il thé a quest’ultimo ), l’abuso di alcool esattamente come quello di sale, l’aria condizionata, le doccie calde, mancanza di vitamina A ed infine il consumo di cibi grassi ha un effetto negativo sulla pelle secca.

E voi, come è la vostra pelle? State soffrendo anche voi il freddo? Avete dei consigli che non ho menzionato?
Fatemelo sapere nei commenti e, se volete, seguitemi sui miei social:

instagram: https://instagram.com/jumpintothebeauty/

google+ : https://plus.google.com

pinterest: noemjitb

influenster: noemi c

bloglovin’: jump into the beauty

inoltre, vi ricordo che se volete scoprire dei dupe per quel prodotto che tanto desiderate comprare ma siete frenate dal prezzo, cliccate qui e sarete reindirizzati alla categoria “i copioni del make up” (se volete che io scovi alcuni copioni di un prodotto specifico, suggeritemelo pure nei commenti!)

e, per coloro che si avvicinano al make up o, semplicemente, per tutti quelli interessati a scoprire un po’ di tecnica dietro la realizzazione di un trucco, questo è il link per la rubrica “the ultimate guide to make up”

vi aspetto su tutti i miei social, altrimenti, ci vediamo sempre qui con il prossimo  articolo;                 FontCandy

 

 

Ritorno inaspettato

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

Credetemi, è strano tornare a scrivere dopo più di cinque mesi di assenza. In questi mesi sono stata così impegnata che non ho nemmeno avuto il tempo di sentire la mancanza del blog, troppo presa  ad organizzare tutti i documenti, vedere nuove città, vivere in nuovi paesi, iniziare a lavorare, prendere ogni giorno l’aereo, indossare sempre l’uniforme ed uscire la sera a far festa con persone che parlano una lingua troppo complessa e diversa dall’italiano per essere intesa … ma lo sanno tutti che con un po’ di alcool in corpo si riesce a conversare con chiunque!

Con questo post, ho deciso di raccontarvi un po’ quello che è successo, solamente per rendervi partecipi e spero che vi faccia piacere.

A Luglio ho avuto la maturità di cui sono molto fiera soprattutto per la mia tesina. Di solito, non si da mai troppo peso a quest’ultima: tutti la fanno ma nessuno se ne ricorda mai. Eppure, ho scelto un argomento che mi stava a cuore: “La denuncia sociale”, che mi ha permesso di portare le battaglie della comunità nera capeggiate da Martin Luther King e Malcolm X, analizzandone la differenza di pensiero e di azione. Fidatevi, poche cose mi hanno reso orgogliosa quanto prendere le parti degli “oppressi” e cercare di dar loro voce, anche se nel mio piccolo. E’ proprio questa sensazione che mi aveva fatto ricredere sull’università: volevo proseguire quindi i miei studi per intraprendere una carriera diplomatica e combattere per i diritti di tutti. Tuttavia non sono riuscita a trovare nulla che mi interessasse davvero ed ero veramente entrata in un tunnel di negatività ed insoddisfazione, una sorta di inetto moderno che non riesce ad essere appagato da nulla di ciò che ha. Se ciò che mi circondava non mi dava nessuna emozione, significava che era giunto il momento di lasciar perdere tutto ed è stato così che ho preso la decisione definitiva di andare a fare il corso da flight attendant per poi iniziare a lavorare.

Dopo aver speso l’intero mese di Agosto in Spagna, visitando Barcellona, Madrid, Malaga e Valencia ed essermi  innamorata di tutte queste città, era giunto il momento di prendere il primo dei tanti aerei che mi avrebbero aspettato nel breve futuro, per andare ad Hahn, un paesino vicino Francoforte, dove si sarebbe svolto il corso di un mese e mezzo.

Hahn è una cittadina sperduta nel mezzo del nulla, dove per andare al supermercato devi camminare nel bosco e poi in mezzo alla strada ed attraversare rotatorie ed incroci ma, nonostante questo, penso di non essere mai stata così bene altrove. Per tutta la durata del corso ho vissuto in una residenza con altre settanta persone con cui mi vedevo ogni giorno e con cui festeggiavo ogni venerdì e sabato sera. Mi sono affezionata a molti di loro e porterò tutti per sempre nel mio cuore, ricordando questa come una vera e propria esperienza di vita che consiglierei a tutti di fare, indipendentemente dal fatto che vogliate o non vogliate essere hostess o steward.

Alla fine di ottobre sono volata in Polonia, a Varsavia, o meglio a Modlin, un paesino a 40 minuti dalla capitale. Ho cominciato i voli di prova che per mia sfortuna non sono andati molto bene, o meglio: stavano andando benissimo ma un giorno non ho sentito la sveglia quotidiana delle 4 ed ho continuato a dormire mentre il mio aereo prendeva il volo senza di me… ottimo inizio, no?

Nonostante questa “piccola” mia mancanza, ormai ho ingranato il ritmo ed anche quando arriva la settimana degli early e devo alzarmi alle 4 per cinque giorni, va tutto benissimo. Ci credete che se ora mi dite che posso dormire fino alle 6, la considero come  una proposta per dormire fino a tardi?

Da come potete capire, i ritmi per questo lavoro sono assurdi o ci si alza alle 4 o si va a dormire a mezzanotte e mezza, non c’è alternativa.

Ora vivo in una casa a tre piani con altri cinque ragazzi che hanno fatto il corso con me e che sono miei colleghi. E si, vado estremamente fiera di questa casa anche se non vedo l’ora che il giorno in cui potrò permettermi un appartamento tutto mio arrivi; ma per ora, il fatto che io possa pagarmi un tetto sotto cui vivere, una macchina, cibo, make up, vestiti e serate fuori con i miei soldi mi rende estremamente felice e posso affermare che non c’è nulla di più bello che essere indipendenti.

Finalmente  riesco a stare dietro a questi ritmi di lavoro, senza ridurmi a dormire durante tutti i miei giorni off per recuperare le ore di sonno, ho quindi deciso di riprendere a scrivere qui sul blog. Ho già organizzato alcuni articoli e, nonostante non vi prometta nulla, voglio cercare di pubblicare almeno una volta a settimana.

Voi come state? Fatemi sapere se ci sono novità nelle vostre vite e spero di riuscire a tornare a leggere anche i vostri blog e supportarvi come facevo prima. 

Ci vediamo al prossimo articolo

FontCandy

 

É ora di voltare pagina

Bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

Fa strano scrivere questa intro sapendo che sarà l’ultima volta che la digiterò. É sempre stata la parte che più ho odiato scrivere perché sempre la stessa, in ogni sacrosanto post, ma non ho intenzione di tralasciarla in questo articolo.

Se avete letto il mio post sul cambiamento, saprete che ritengo il cambiamento sia un processo naturale e fondamentale per l’uomo e quindi non ho mai creduto che avrei scritto su un blog per il resto della mia vita ma non sapevo che avrei messo un fine a tutto, pensavo sarebbe stata un’azione naturale, come quando ti dimentichi di annaffiare i fiori e poi appassiscono:  credevo che, semplicemente, avrei smesso gradualmente di scrivere, senza un motivo preciso.

Oggi però vi saluto perché fra nemmeno venti giorni partirò per un mese, in vacanza, per poi tornare e ripartire dopo altri venti giorni e quest’ultima partenza sarà quella definitiva. Andrò a lavorare all’estero e non so nemmeno in quale parte d’Europa sarò mandata, quindi volevo ringraziarvi per il supporto mostratomi in questi anni. Ho apprezzato ogni vostro mi piace e commento, anche se ultimamente sono stata incostante nel rispondere e di questo vi chiedo scusa.

Che dire? forse se troverò il prodotto della vita, quello che potrebbe cambiare anche la vostra, tornerò a scrivervi una recensione, ma per il momento vi abbraccio e vi ringrazio ancora.

Un saluto, in bocca al lupo e buona fortuna per tutto, a tutti voi.

FontCandy