the ultimate guide to make up: eyes and eyeshadows vol. III

bentornati sul mio blog e benvenuti a coloro che leggono quello che scrivo per la prima volta,

in questi giorni sto avendo delle giornate piuttosto tranquille, in cui non devo scappare da una parte all’altra, e posso rilassarmi e prendermi dei momenti per scrivere, per questo ho deciso di portare avanti e terminare questa mega parentesi che ho aperto qualche giorno fa riguardante gli occhi e gli ombretti; quindi, se non avete letto le due puntate precedenti vi invito a dargli uno sguardo per capire che forma di occhio avete e per sapere come valorizzarlo al meglio

the ultimate guide to make up: eyes and eyeshadows vol I

the ultimate guide to make up: eyes and eyeshadows vol II

oggi finalmente parliamo di ombretti; dei vari tipi, dei diversi modi di applicazione e dei strumenti necessari per utilizzarli. dio mio, prevedo già un post lunghissimo!

• 5 sono i tipi principali di ombretto:

najoli-ombretto-2009.02.19.16.39.36.41881_base

  •  in polvere: è il tipo di ombretto più utilizzato. è composto da pigmenti ed ingredienti che fungono da legame ed additivi e conservanti; sono pressati e si possono trovare sia in confezioni mono ma anche in palette.

 di solito, non sono studiati per essere bagnati perchè i liquidi potrebbero rovinare la texture della polvere e, spesso, si può creare una patina che impedisce il rilascio di prodotto e che va grattata via

possono essere applicati con qualsiasi pennello da occhi ma ricordatevi che le polveri si applicano in modo migliore con i pennelli con setole naturali. inoltre, ricordatevi che più le setole sono corte, più sarete precise nell’applicarli;

ombretti-crema-prodotti

  • in crema: ha una base grassa che permette di creare molte più formulazioni, ecco che le case cosmetiche possono creare prodotti in crema waterproof e smudgeproof. tuttavia questa texure tende ad andare nelle pieghe e molto difficilmente un primer riesce ad eliminare questa problematica. possono trovarsi sia all’interno di jar ma anche sotto forma di matitoni e stick.

bisogna ricordarci che questa formulazione tende seccarsi e quindi essere inutilizzabile prima della scadenza effettiva e prima di essere in grado di terminarlo.

è meglio applicare questo tipo di ombretti con pennelli in setole sintetiche o con l’aiuto delle dita che riescono a scaldarli e a migliorarne il rilascio di pigmenti, ma vanno lavorati e sfumati molto velocemente, prima che si asciughino. inoltre, possono essere utilizzati anche come base per ombretti in polvere ed anche come eyeliner.

Ombretti-liquidi-Armani

  • liquidi: questa tipologia di ombretti è forse poco conosciuta ma riesce a dare un effetto bagnato e metallizzato, molto particolare e difficile da raggiungere con altre tipologie. sono un buon compresso fra ombretti in polvere e cremosi, infatti sono leggeri come i primi ma non penetrano nelle pieghette a differenza dei secondi.

inoltre, sono a lunga durata e una volta fissati non si muovono più! la confezione è di solito provvista di applicatore che può somigliare a quello di un gloss che è perfetto per stendere questo tipo di prodotto per poi sfumarlo immediatamente.

tan-mac-pigment

  • pigmenti: sono in polvere libera caratterizzati dall’altissima scrivenza ed intensità.

è una delle tipologie più difficile da applicare, sono infatti una polvere finissima il cui fall out può cadere su tutto il viso ed essere difficile da rimuovere.

un consiglio per l’applicazione è l’utilizzo di un pennello bagnato con un setting spray, su cui la polvere può aderire per bene, oppure utilizzare un primer che sia studiato per fungere da “collante” per i glitter, così facendo avrete la garanzia che il pigmento si fissi sulla palpebra e non cada né si muova durante la creazione del make up. per prevenire il fall out può essere utile applicare dello scotch sotto gli occhi.

inoltre, sono prodotti molto versatili che possono essere utilizzati in qualsiasi modo vi venga in mente (per creare e modificare colore di gloss, rossetti, mascara, blush in crema, eyeliner, ma possono anche essere miscelati agli smalti per avere dei colori del tutto inediti e particolare)

Luminys-450

  • cotto: l’ombretto cotto è una tipologia ad alte prestazioni, infatti unisce la comodità del prodotto secco e pressato, facile da trasportare con la pigmentazione molto alta tipica dei pigmenti in polvere libera.

questa texture è studiata per essere applicata in due modi:

bagnata, per una resa colore migliore, più intensa e vibrante. è preferibile applicarlo picchiettando per ottenere un colore pieno;

asciutta, che rimane molto leggera, dall’effetto satinato e trasparente

per quel che riguarda i finish possiamo parlare di 5 effetti principali:

opaco, non ha nessun pigmento riflettente della luce e per questo, se non dosato bene con altri finish, il trucco realizzato interamente con colori matte può risultare piatto e spento. è inoltre più problematico da applicare perchè potrebbe stendersi a macchie qualora non fosse di grande qualità;

satinato, quando si parla di satinato non si intende con glitter; infatti, sono caratterizzati da dei riflessi molto fini che non hanno nulla a che fare con le pagliuzze grandi dei glitter!

perlati, sono i tipici ombretti con perle e pigmenti riflettenti di dimensione più grande che li rendono estremamente luminosi e brillanti;

metallizzato, può avere un sottotono argentato, dorato o bronzato ed è ottimo utilizzato anche bagnato. sono ombretti la cui pigmentazione e scrivenza è molto alta;

duochrome, questa è una tipologia di ombretti relativamente nuova i cui pigmenti sono cangianti e cambiano a seconda della base che viene utilizzate al di sotto e, ovviamente, alla luce che li colpisce e come li colpisce.

ricordatevi che prima di applicare gli ombretti è bene applicare un primer, un correttore o un po’ di fondotinta sulla palpebra non solo per aumentare la durata del prodotto ma anche per creare una base omogenea su cui lavorare, successivamente bisogna fissare il prodotto utilizzato con un ombretto color carne, in polvere, oppure della semplice cipria cosicché la base cremosa e grassa  non renda complicata la sfumatura delle polveri.

ok, ed anche questa sezione dell’ampio mondo del make up l’abbiamo conclusa!! qual è la vostra tipologia preferita di ombretti? qual è il finish che più vi piace? quale utilizzate di più? fatemi sapere tutto nei commenti!

inoltre, vi invito a seguirmi su instagram dove posto foto di make up, di articoli pubblicati, di ultimi acquisti e molto altro! potete trovarmi con il nome di jumpintothebeauty o, semplicemente, cliccando qui https://instagram.com/jumpintothebeauty/

google+ : https://plus.google.com

pinterest: noemjitb

vi attendo su tutti i miei social, altrimenti, ci vediamo sempre qui con il prossimo articolo;

FontCandy

Annunci

8 pensieri riguardo “the ultimate guide to make up: eyes and eyeshadows vol. III

ehi tu, facci leggere cosa ne pensi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...